Su Monte Santa Lucerna per un'escursione condivisa



Il gruppo di escursionisti su S. Lucerna

Per impegni vari non abbiamo avuto modo sinora di pubblicare le foto dell’escursione di domenica 30 luglio a S. Lucerna. Lo facciamo ora. In verità, abbiamo fatto passare qualche giorno anche per farci venire le parole adatte per descrivere il gesto altamente civile, umano, amicale, solidaristico, empatico che hanno compiuto i ragazzi della Proloco di Grimaldi. Fernando non andava su S. Lucerna, la montagna dei tesori e dei misteri, da circa una quindicina di anni. Non ci era più potuto andare a causa di un brutto incidente in bici, capitatogli una decina di anni fa. Domenica scorsa, invece, il suo desiderio a lungo covato di ritornare sui monti grimaldesi si è avverato. Fernando - grazie ai suoi amici di un tempo, di oggi e di domani - ha potuto realmente godere della sublime bellezza di questa montagna calabrese. Ci hanno messo cuore e ingegno i ragazzi coordinati dal presidente della proloco Giovanni Fata, che si sono ispirati al modello della carrozzella da trekking Joelette “per l’escursione condvisa”, e realizzato artigianalmente come novelli archimedi. Una ruota di motorino, con tanto di ammortizzatori e freni, un sedile, un poggiatesta ed un poggiapiedi, e poi la struttura per agevolare il trasporto. Insomma, tutto come il modello originario che costa sui 3 mila euro, e che a loro è costato solo poco più di un paio di centinaia di euro.
Domenica, dunque, è stata raggiunta la vetta dell’amicizia e non solo quella di S. Lucerna. Abbiamo provato un po’ tutti la gioia di partecipare a questa missione resa “possibile” dalla volontà e dall’altruismo, anche se lo sforzo fisico dei portatori (non citiamo nessuno non ricordando tutti i nomi), sotto il caldo torrido, è stato notevole. Bravi!
Anche la Proloco di Grimaldi è oltremodo soddisfatta e non poteva essere altrimenti.
“La Pro loco di Grimaldi - scrivono i responsabili dell’associazione - vuole ringraziare quanti hanno voluto condividere questa giornata lungo il sentiero per Santa Lucerna. È stata una bellissima esperienza che ricorderemo, sicuramente, per tanto tempo. Ringraziamo gli amici di Jamu a caminare sempre attenti e presenti alle nostre iniziative. E grazie a Fernando ed Eugenia per la loro immensa fiducia. È stato per Noi, un onore! Ricordiamo che per chiunque fosse interessato ad utilizzare la Joëlette, la Pro loco di Grimaldi si rende disponibile previa prenotazione”.
"Grazie a voi per lo sforzo non indifferente - commentano a loro volta Fernando ed Eugenia -. Non è stato facile, ma se una cosa si fa con amore tutto è più semplice e più bello. Grazie ancora ai giovani di Aiello che ci hanno accompagnati lungo i nostri bei sentieri”.
Per quanto riguarda il nostro cammino di circa 16 km complessivi, lo abbiamo iniziato come spesso accade dal Casellone. Da lì, risalendo monte Faeto, passando da quello che da qualche tempo chiamiamo viale dei Giganti (per via degli alberi secolari che vi sono), ci siamo diretti verso il laghetto di S. Lucerna dove alle 9.30 abbiamo incontrato gli altri partecipanti. Poi, tutti insieme, su S. Lucerna, con Fernando e tutta la compagnia. Da lassù, si gode una vista mozzafiato. Si domina un ampio territorio, situato tra il Savuto e l’Olivo, che sappiamo essere quello della nostra antica #Temesa (peraltro, qui il fiume si chiama Tenise... vorrà dire #quaccheccosa, o no?).
Insomma, questa dodicesima escursione del 2017, è stata emozionante e singolare. Nonostante il caldo.
Al termine, pranzo a sacco conviviale ai margini del laghetto con i nostri prodotti tipici. Una pausa piacevole, prima di riprendere il cammino verso il Casellone.
Per i dati tecnici e la mappa link in basso.
Buon cammino a tutti, buona estate e alla prossima escursione.
www.jamuacaminare.blogspot.com

GALLERIA FOTOGRAFICA
su pagina Facebook

MAPPA DELL'ESCURSIONE


Commenti